Fattore tempo vs digital life

Qualche mese fa, durante una riunione tra professionisti di diversa estrazione (avvocati, commercialisti in primis), mi è stato raccontato come la febbre da startup, e segnatamente da app che fanno tutto, aveva portato un loro cliente a voler chiudere la consulenza. In breve, lamentandosi del costo aveva scoperto che c’è un app che permette di gestire la contabilità in autonomia.
Una cosa della quale sono certo dell’esistenza, visto che c’è un app per tutto, anche per fare il caffè…e se non ci credete cliccate qui!

Dopo il confronto cliente-professionista è spuntata fuori subito una criticità: di tutta l’attività che lui avrebbe dovuto a gestire c’era una cosa molto semplice da fare, ossia registrare le fatture; con il nuovo sistema qualcuno all’interno della struttura del cliente doveva comunque farlo. Sì perche, prima doveva solo portarle/inviarle al professionista, adesso visto che lo disintermediava, se le doveva registrare lui o qualcuno del suo team/staff ecc, insomma ciò che pagava nella consulenza esterna comunque l’avrebbe pagata internamente. Chiaramente, in esterna la pagava di più, ma quel “di più” rappressentava una cosa che ha un costo inestimabile: il tempo. In realta, questi clienti sono poi rimasti con il loro professionista perchè fatti alcuni ragionamenti sul rapporto risparmio vs tempo da dedicare alla propria fonte di affari hanno dedotto che ci avrebbero perso molto di più. Continua a leggere Fattore tempo vs digital life

Tassi short e consulenza professionale

Questo blog nasce nel momento in cui i tassi sono in continua discesa e la riunione della BCE a breve potrebbe prendere decisioni che porteranno i tassi chissà in quale territorio negativo! La deflazione nuovamente alle porte dell’Eurozona indurrà la BCE a “pompare” ancora denaro nel sistema bancario che dovrà necessariamente farlo arrivare a imprese e privati.

E’ un periodo storico incredibile e negli utlimi 18 mesi sono state completamente sovvertite le “regole”. Se oggi un privato decide di acquistare casa deve fare un mutuo poichè i tassi e gli spread che ci sono oggi permettono di fare operazioni quasi a tasso zero! (Qui mi riferisco, nello specifico, a clienti che potrebbero comprare in contanti, ma sarà argomento di altro post). E’ un periodo storico interessante anche per risparmiare attraverso la surroga, per consolidare tutti i debiti tramite il rifinanziamento o per ottenere pura liquidità.

CROLLO DEI TASSI

Nonostante questa enorme mole di danaro a disposizione è basilare, quando si decide di fare un’operazione di finanziamento importante come un mutuo, seguire un principio:

  • avere una consulenza creditizia seria e professionale

Quando si ricorre a un finanziamento è necessario pensare, prima ancora che alle condizioni economiche (sempre importanti eh!) è importantissimo rivolgersi a un consulente professionale, serio, di cui fidarsi e anche tanto poichè stiamo parlando sempre di una cosa importante che si chiama danaro. E il danaro in questione se all’inizio è quello della banca o della società finanziaria poi diventa quello del cliente e quindi affidare questo processo d’indebitamento a un professionista serio, affidabile e disponibile è ben più importante che trovare la condizione migliorativa di 0,50/1 punto di taeg! Continua a leggere Tassi short e consulenza professionale