Una mattina in filiale

La nuova finanza (fintech) vs le banche tradizionali, una competizione che vive ancora una fase embrionale.

Non è chiaro se i due mondi andranno in totale contrasto, se collaboreranno attraverso accordi commerciali o addirittura qualcuna comprerà l’altra (forse le banche compreranno le fintech?). Magari, si verificheranno tutte le opzioni a seconda del campo d’interesse.
In attesa, ognuno tesse la propria tela e in questa sede la cosa fondamentale è cercare le soluzioni migliori per i titolari di partita iva all’interno del fintech. L’obiettivo è accompagnare le aziende verso l’innovazione usufruendo di determinati servizi finanziari “disintermediati” e con notevoli vantaggi per l’imprenditore. A monte, prima di procedere con una soluzione fintech c’è un’analisi aziendale che serve a capire quale sia lo strumento più adatto; si scava così nel profondo per arrivare a definire, ad esempio, se serve effettivamente la nuova linea di credito che l’imprenditore richiede.

Capita però che alcuni servizi finanziari non siano ancora coperti dalle fintech.

Parliamo del mutuo. Ad oggi, un mutuo on line un’azienda non può farlo. Può chiedere liquidità attraverso Borsa del credito o Lendix o può scontare fatture con Credimi, Workinvoice e altre due società ma per un mutuo bisogna varcare la soglia della filiale!

Continua a leggere Una mattina in filiale